Scuola: Corsi AiCARR Formazione sul territorio (CORTER_20)

Indirizzo: Sedi varie

()
Telefono: 0267075805 Fax:   0267479262
EMail: paolaluciani@aicarrformazione.org



Unità di trattamento aria e principi di regolazione

AiCARR Formazione torna a proporre nella Regione Lazio occasioni di aggiornamento organizzate in collaborazione con la Delegazione Territoriale del Lazio: questa volta si tratta di un ciclo di due lezioni, pensato per andare incontro alle esigenze di approfondimento espresse da giovani progettisti.
La prima lezione è incentrata sulle caratteristiche delle Unità di Trattamento Aria, componente attivo di tutti gli impianti ad aria, la cui conoscenza dei singoli componenti è fondamentale nella definizione delle prestazioni richieste.
La seconda giornata, invece, pone l’accento sulla regolazione degli impianti ad aria, fornendo ai partecipanti le informazioni e le sensibilità utili e necessarie per acquisire dimestichezza con il processo di strutturazione di una logica di regolazione complessa senza incorrere nelle tipiche situazioni di conflitto.
Le lezioni sono tutte connotate da un carattere marcatamente pratico, presentando i concetti fondamentali attraverso una serie di applicazioni. AiCARR Formazione prosegue, in questo modo, con i suoi appuntamenti di formazione professionale sul territorio, in risposta alle numerose richieste sulle tematiche del condizionamento dell’aria e, più in generale, delle tecnologie impiantistiche per la produzione, la distribuzione e l’utilizzo dell’energia termica in ambito civile e industriale.

MODULO PR6F - UNITÀ DI TRATTAMENTO ARIA 17 febbraio 2020

PRESENTAZIONE

Le unità di trattamento aria rappresentano il componente attivo di tutti gli impianti ad aria. La loro complessità deriva dal fatto che ad esse vengono affidati compiti molto diversi tra loro e che gli effetti dei singoli trattamenti previsti si compongono tramite leggi e correlazioni che devono essere dominate dal progettista. Per questo motivo non è possibile definire un’unità di trattamento aria senza aver precedentemente reso esplicite le condizioni di funzionamento e le prestazioni richieste attraverso una analisi del sistema servito.
Il modulo consente di acquisire le competenze necessarie per identificare e selezionare i componenti delle CTA in funzione delle prestazioni richieste, dell'applicazione specifica e della logica di regolazione.

OBIETTIVI

Il modulo si propone di:

  • illustrare gli aspetti funzionali, dimensionali e costruttivi dei componenti di una centrale di trattamento aria (CTA);
  • descrivere la sequenza dei trattamenti subiti dall'aria umida all'interno di una CTA;
  • chiarire le logiche di regolazione delle CTA;
  • evidenziare le specificità delle CTA in relazione ai diversi sistemi impiantistici in cui è collocata.

MODULO RT3A - LA REGOLAZIONE DEGLI IMPIANTI AD ARIA 6 aprile 2020

PRESENTAZIONE

Gli impianti ad aria per fini di climatizzazione sono caratterizzati dal fatto che, al contrario degli impianti ad acqua, possono trovarsi a rispondere ad esigenze che vanno ben oltre il semplice raffrescamento (con eventuale effetto di deumidificazione intrinsecamente correlato) o riscaldamento degli ambienti.
Le motivazioni per cui un impianto ad aria viene preso in considerazione possono essere molteplici e di differente natura e ad esse ci si riferisce parlando di ‘funzionalità di base’. Una volta effettuata la scelta di installare un impianto ad aria risulta tuttavia conveniente sfruttarne le potenzialità per quanto possibile, affiancando alla funzionalità di base altre funzionalità aggiuntive che permettono, in qualche caso, di evitare l’installazione di ulteriori impianti a complemento, come è ad esempio il caso dei sistemi a tutt’aria.
L’estensione a funzionalità aggiuntive tuttavia comporta una progressiva composizione di esigenze funzionali e una conseguente complessità crescente dal punto di vista dei componenti delle UTA e, naturalmente, delle logiche di regolazione. Il controllo simultaneo di molteplici grandezze o processi (temperature, umidità, sovrappressione, IAQ ovvero concentrazione di specifici contaminanti, recupero di calore dall’aria estratta) introduce il tema delle logiche di regolazione e della mutua interazione dei singoli componenti. Il tema si sposta quindi a livello del controllo integrato e organizzato dei singoli processi tenendo conto della necessità di definire delle priorità di intervento e una logica di controllo di componenti che possono essere coinvolti nel controllo di grandezze differenti.

OBIETTIVI

Il corso fornisce ai partecipanti le informazioni e le sensibilità utili e necessarie per acquisire dimestichezza con il processo di strutturazione di una logica di regolazione complessa senza incorrere nelle tipiche situazioni di conflitto.

Docente

Ing. Federico Pedranzini - Politecnico di Milano - Dipartimento di Energia - AIR LAB

SEDE ed orari 

Polo Didattico srl Piazza Oderico da Pordenone 3 - 00145 Roma

Orario: 9.30 - 13.00 14.00 - 17.30

quote di partecipazione

Soci AiCARR: Modulo PR6F € 200,00 + IVA 22% - Modulo RT3A € 230,00 + IVA 22% - 2 moduli € 380,00 + IVA 22% 

Non Soci: Modulo PR6F € 320,00 + IVA 22% - Modulo RT3A € 350,00 + IVA 22% - 2 moduli € 550,00 + IVA 22% 


CodiceDescrizioneData 
PR6F_RM Unità di Trattamento Aria 17/02/2020

RT3A_RM La regolazione degli impianti ad aria 06/04/2020



AiCARR Formazione
Via Melchiorre Gioia 168 - 20125 Milano - Tel. 02 67075805 - Fax 02 37928719  - info@aicarrformazione.org

AiCARR Educational Srl C.F. 08326100966 • P.IVA. 08326100966 Codice Destinatario SDI: K1L103O   
Mappa del sitoTutela e responsabilitàPrivacy